OBIETTIVI

 

Il Progetto, mediante l’ottimizzazione dell’impegno economico-finanziario e delle risorse umane dei partners coinvolti, ha consentito il raggiungimento di obiettivi di interesse dei singoli Enti, quali:

 

per il CNR:

      • lo studio dei rischi naturali (geologici e geomorfologici) ed antropici in relazione alla salvaguardia e la conservazione del Patrimonio storico-architettonico, monumentale ed archeologico nazionale (CNR- Dipartimento Patrimonio Culturale).

 

per la Regione Basilicata:

      • il censimento e la mappatura dei fenomeni franosi mediante la metodologia prevista dal progetto Nazionale IFFI.

 

per l'AdB di Basilicata:

      • l’aggiornamento del Piano Stralcio di Assetto Idrogeologico mediante la rilevazione dei fenomeni franosi e delle situazioni di rischio idrogeologico nelle aree oggetto di studio.

 

Il quadro conoscitivo di partenza, ovvero l’insieme delle aree già interessate da informazioni inerenti i fenomeni franosi censiti ricadenti in prossimità delle aree urbane, è rappresentato dai dati cartografici derivanti dal PAI 2008 dell’AdB, dal progetto CARG 1:50000 e 1:100000, dal Progetto nazionale AVI e da cartografie presenti in pubblicazioni esistenti. Tale livello conoscitivo di base è stato integrato con nuovi rilevamenti realizzati sull’intero territorio dei 30 Comuni succitati.